Niente da fare. Il Real Rieti esce di nuovo sconfitto dal Pala Nino Pizza di Pesaro, dove l’Italservice fa suo il secondo punto della serie di semifinale vincendo 7-2 ed avendo ora a disposizione tre match ball per centrare la finale-scudetto, a cominciare dalla sfida di venerdì al “PalaCesaroni” di Genzano nellaprima gara “casalinga” del Real.

Partita subito in salita per il quintetto reatino: dopo appena 50″ rosso diretto per Micoli per proteste nei confronti dell’arbitro e Pesaro che sfruttando la superiorità numerica trova il gol del vantaggio con Salas a pochi secondi dallos scadere del bonus dei 2′.

Il Real, con Putano in porta, prova a riorganizzare le idde, ma Taborda al 5′ trova il varco sulla sinistra su assist di Honorio e fa 2-0. Festuccia dalla panchina predica calma, chiede ai suoi di restare in partita, di evitare cali di concentrazione, ma Pesaro tiene botta, sfiora il tris con Miarelli direttamente da rinvio e poi in mezzo minuto (tra il 12’02” e il 12’38”) spacca la partita con Mancuso e Canal. Primo tempo che si chiude 4-0.

Nella ripresa il Real resta costantemente in campo col portiere di movimento e al 3′ accorcia con Kakà (4-1), poi al 13′ è la volta di Chimanguinho tenere ulteriormente a galla la formazione reatina (4-2), ma nel momento di maggior sforzo, il Pesaro mette la parola fine sul match: al 15′ Taborda fa 5-2 e sugli sviluppi dell’azione l’arbitro espelle Joaozinho per doppia ammonizione. Altra inferiorità numerica ed altro gol dei padroni di casa, stavolta con Salas (6-2). Al 17′ il definitivo 7-2 porta la firma di Mancuso, poi solo garbage time e testa già a gara-3, che il Real dovrà giocare senza Micoli e Joaozinho (squalificati) sperando di recuperare Nicolodi, oggi assente al pari di Alemao, rimasto in tribuna.

“Sono fortemente deluso dalla prestazione e dall’atteggiamento – dichiara a fine gara il patron Roberto Pietropaoli – Non è questo il Real che conosco, non sono queste le potenzialità dei giocatori sui quali la società ad inizio stagione ha deciso di investire e perdere così mi da fastidio. Prendere un rosso dopo 50″ è assurdo, abbiamo fatto una figuraccia sotto ogni punto di vista, dallo staff tecnico ai calciatori, nessuno escluso. Era palese sin da subito che questa partita non l’avremmo mai ripresa, perché si percepiva che in campo mancava cattiveria e agonismo. Mi riservo tutte le valutazioni del caso per la fine della stagione, probabilmente c’è da riflettere bene su alcuni aspetti perché a me perdere così non piace: se avessimo giocato con lo stesso spirito di gara-1 probabilmente stasera sarebbe andata a finire diversamente. Ora mi aspetto una prova di carattere nelle prossime due gare interne: sì, perché venerdì si deve vincere ed arrivare a gara-4”.

Il giudizio tecnico dell’allenatore David Festuccia: “Mi aspettavo un altro atteggiamento, da parte di tutti: al Pesaro abbiamo regalato uomini e gol, stasera gli episodi ci hanno condannato oltre a penalizzarci in vista di gara-3. In questo momento c’è delusione e rammarico, adesso abbiamo un paio di giorni per ricaricare le batterie e prepararci nel miglior modo possibile per la sfida di venerdì, fondamentale per allungare la serie. Siamo in grado di fare meglio, mi aspetto quello stesso Real che ho applaudito in campionato”.

IL TABELLINO DELLA GARA:

ITALSERVICE PESARO-REAL RIETI 7-2 (4-0 p.t.)
ITALSERVICE PESARO: Miarelli, Salas, Canal, Taborda, Marcelinho, Del Grosso, Tonidandel, Fortini, Honorio, Polidori, Mateus, Borea, Mancuso, Guennounna. All. Colini

REAL RIETI: Micoli, Jeffe, Chimanguinho, Joazinho, Jefferson, Esposito, Masini, Stentella, Pandolfi, Kakà, Abdala, Rafinha, Relandini, Putano. All. Festuccia.

ARBITRI: Giovanni Beneduce (Nola), Nicola Acquafredda (Molfetta), Stefano Parrella (Cesena) CRONO: Adriano Sodano (Bologna)

MARCATORI: 2’19” p.t. Salas (IP), 5’45” Taborda (IP), 12’02” Mancuso (IP), 12’38” Canal (IP), 3’20” s.t. Kakà (R), 13’43” Chimanguinho (R), 15’05” Taborda (IP), 15’55” Salas (IP), 17’10” Mancuso (IP)

AMMONITI: Joaozinho (R), Mancuso (IP), Honorio (IP), Abdala (R), Jeffe (R), Jefferson (R), Stentella (R)

ESPULSI: allo 00’50” del p.t. Micoli (R) per comportamento non regolamentare, al 15’05” del s.t. Joaozinho (R) per somma di ammonizioni.

UFFICIO STAMPA