E’ stata una festa, il Jeffe Day, in campo e sugli spalti, prima, durante e dopo. Era il giorno del congedo col futsal giocato dell’attuale tecnico del Real Rieti, che d’ora in poi si dedicherà solo ed esclusivamente alla carriera di allenatore.

Accoglienza calorosa ed affettuosa, quella degli oltre trecento tifosi che non sono voluti mancare all’appuntamento. La curva gli ha dedicato uno striscione: “Reatino d’onore, grazie Jeffe”. In campo i suoi giocatori e tanti suo ex compagni di squadra ai tempi di Bisceglie, Marca Futsal e Kaos, gli hanno riservato la passerella d’onore, mentre le lacrime rigavano il volto commosso di Jeffe, accompagnato in campo da suo figlio Caua.

“Grazie davvero di cuore – ha dichiarato il tecnico brasiliano ormai “reatino” d’adozione – non ci sono parole per descrivere la mia emozione, la vostra presenza sugli spalti basta per comprendere tutto l’affetto che sento intorno”.

Poi il calcio d’inizio di una “partita evento” finita in perfetta parità (10-10) con i gol di quasi tutti i protagonisti chiamati in causa, compreso Jeffe jr, autore di una tripletta nel finale. Ma nel mezzo, le premiazioni dei due tecnici Mario Patriarca e Leo Capurso, da parte del vicepresidente Luca Palombi e Giorgio Pietropaoli, poi una targa-ricordo anche per Jeffe da parte della proprietà che al suono della sirena ha rimarcato il “grazie” ad uomo-simbolo del Real dell’ultimo lustro.

TEAM CAPURSO-TEAM PATRIARCA 10-10

TEAM CAPURSO: Davì, Ramon, Paulinho, Romano, Dener, Juanjo, Lukaian, Papù, Relandini, Nicolodi, Tornatore. All.: Capurso.

TEAM PATRIARCA: Laion, Esposito, Javi Roni, Rafael, kakà, Fortino, Tondi, Rizzi, Titon, Zazza. Jeffe Caua.

ARBITRI: Patacchiola e Lancia sez. Opes di Rieti.

RETI: 3 Paulinho, 3 Ramon, 2 Jeffe, Romano, Lukaian (TC), 3 Jeffe Caua, 2 Fortino Jeffe, Rafael, Kakà, Titon, Tondi (TP).

NOTE: spettatori 300 circa.

Ufficio Stampa