Penultimo appuntamento con “L’angolo del settore giovanile”, protagonista Francesco Marchione, giocatore dell’U17.

“Ciao Francesco, presentati” – “Salve, mi chiamo Francesco Marchione, ho 16 anni e sono nato a Rieti il 03 Novembre 2003. Il mio ruolo è Pivot, all’occorrenza laterale. Il mio numero di maglia è il 10”.

“Come è nata la tua passione per il calcio a 5?” – “La mia passione per il calcio a 5 è nata, diciamo per caso. Io ho sempre praticato il calcio a 11, poi ho dovuto abbandonarlo perché non mi era più possibile abbinare il calcio con gli orari di scuola. Siccome però a me piace troppo, ho insistito con mio padre per trovare la soluzione. Lui mi ha parlato tanto e bene del Real Rieti calcio a 5, al tal punto da convincermi. L’ unico problema che mio padre mi aveva evidenziato, il calcio a 5, a differenza del calcio a undici è uno sport molto tecnico e non individuale ma di squadra, mettendomi in allerta per eventuali difficoltà che avrei dovuto affrontaro. Ho iniziato il mio cammino sportivo con questa squadra e me ne sono appassionato. È una società splendida che mi ha accolto e dove mi trovo benissimo, sono felice di far parte di questa grande famiglia”.

“Parlami del gruppo che avete instaurato all’interno della squadra. E cosa è importante per te affinché un gruppo funzioni?” – “Io sono alcuni anni che faccio parte di questa società, l’anno scorso ho fatto parte dell’Under 17 e abbiamo vinto il campionato. Quest’anno il gruppo si è rinnovato e rinforzato con dei ragazzi di Rieti e di Norcia, ragazzi simpatici socievoli e molto bravi. Tra di noi si è creato un gran gruppo, siamo diventati amici e combattiamo, sportivamente parlando, per raggiungere tutti insieme lo stesso obiettivo, la vittoria! Io penso che essendo tutti più o meno della stessa età, l’unica cosa che dobbiamo fare è, prima di tutto, continuare a inseguire ed ascoltare i consigli che ci vengono dati dai nostri Mister, continuare a divertirci ed essere uniti fino alla fine, perché l’unione fa la forza”.

“E quali sono i valori che vi trasmette Mister Ferri?” – “Il mister Ferri, ci trasmette tranquillità, convinzione dei nostri mezzi, determinazione e grinta. Lui ci aiuta e ci stimola nel rendere sempre il massimo, sia negli allenamenti che nelle partite. Io personalmente, posso dire che con il mister Ferri, siamo cresciuti moltissimo, lo ringrazio e mi impegnerò sempre di più per la squadra di cui faccio parte”.

“Tra quelli della prima squadra del Real, a chi ti ispiri maggiormente?” – “Mi ispiro al grande bomber Fortino e spero di acquisire con il passare del tempo le sue stesse caratteristiche di gioco”.

“Quali sono i tuoi hobby oltre al futsal?” – “I miei hobby oltre il calcio, sono trascorrere il mio tempo libero con gli amici giocando con i videogiochi, guardare film e uscire con la mia ragazza“.

“Tre cose che miglioreresti del tuo modo di giocare?” – “Essendo il pivot della squadra devo migliorare nel proteggere la palla dall’avversario, essere più convinto nei dribbling e in alcune occasioni essere, calcisticamente parlando, più cattivo e farmi rispettare”.

“Quali sono i tuoi piùgrandi sogni nel cassetto?” – “Il mio grande sogno è di poter far parte in futuro della prima squadra“.

Ufficio stampa Real Rieti